Autore: Silvia Merialdo

Nessun dio in vista di Altaf Tyrewala

  “Nessun dio in vista” è una staffetta per le strade di Mumbai. Racconta una storia veloce, rapida, pungente e ironica, come un videoclip. Una storia che storia non è: se mai è un collage, un puzzle, un patchwork di una città multiforme. Una città che ha due nomi, Bombay (il nome vecchio) e Mumbai (quello nuovo), ma anche due anime: quella borghese e benestante di Bombay e quella popolare e di strada di Mumbai:  “Bombay, dove tutto è in orario. Mumbai, che si nutre degli avanzi di Bombay.” E noi passiamo da una all’altra, da un personaggio all’altro,...

Read More

I 7 fiumi sacri dell’India

  Sono sette i fiumi sacri dell’India secondo la tradizione induista. Sette fiumi che vantano origini divine. Spesso rappresentano divinità femminili scese sulla Terra, così che immergersi nelle loro acque significa purificasi ed eliminare i propri peccati. Allo stesso modo i maggiori festival e pellegrinaggi, a cui accorrono milioni di fedeli da tutta l’India, si svolgono sulle rive dei fiumi. Nonostante il loro significato religioso, oggi i fiumi indiani sono fortemente minacciati da uno sviluppo poco rispettoso dell’ambiente che causa inquinamento e sfruttamento idrico. 1 – Gange Il Gange è il cuore e l’anima della cultura indiana. In italiano...

Read More

I figli della mezzanotte di Salman Rushdie

  Saleem Sinai nasce alla mezzanotte del 15 agosto 1947, il giorno della proclamazione dell’indipendenza dell’India. Il particolare momento della sua nascita fa sì che sia dotato di poteri soprannaturali, come gli altri mille e uno “figli della mezzanotte”, e che la sua storia sia indissolubilmente legata a quella dell’India. È con questo romanzo che Salman Rushdie vinse nel 1981 il prestigioso premio inglese Booker Prize e portò sulla scena internazionale la letteratura indiana in lingua inglese. Rushdie ha avuto il merito, come dice Arundhati Roy, di ottenere che “il mondo non chiedesse più all’India di essere una caricatura...

Read More

I parsi: gli eredi indiani di Zarathustra

  Articolo in 2 minuti – I fedeli della religione zoroastriana, fondata da Zarathustra in Persia, arrivarono in India fuggendo dalle persecuzioni, intorno all’ottavo secolo dopo Cristo. Secondo la leggenda, il sovrano indiano che voleva rifiutar loro l’asilo si presentò con una ciotola di latte piena fino all’orlo, a indicare che il suo Paese era ormai troppo colmo, sul punto di traboccare. Un sacerdote fra i profughi aggiunse un pizzico di zucchero nel recipiente: la loro presenza non avrebbe fatto traboccare il vaso, ma avrebbe invece addolcito tutto il Paese. Oggi la più grande comunità di zoroastriani al mondo...

Read More

I 7 romanzi da leggere sull’India

  Ecco i 7 romanzi che consiglio a chi si vuole avvicinare all’India per la prima volta, o a chi desidera semplicemente leggere un bel libro per ritrovarsi a Mumbai, in Kerala o a Bangalore. Sono davvero tanti i libri che parlano di India e da qualche decennio anche la letteratura indiana ha trovato grandi riconoscimenti a livello internazionale, aiutata dal fatto che molti scrittori indiani scrivono anche in lingua inglese. I romanzi sono forse il modo migliore per avvicinarsi all’India, a volte meglio dei saggi o dei racconti di viaggio: nella descrizione di storie e personaggi ci ritroviamo...

Read More