Oggi vi proponiamo la ricetta dell’Imli Rice, il riso al tamarindo, consigliata da Sunil Deepak, un medico indiano appassionato di cucina che ha vissuto in Italia per 30 anni.

La parola tamarindo viene dall’arabo “tamr Hindi“, cioè il dattero dell’India, e il suo nome scientifico è “Tamarindus Indica”. “Imli” è la parola hindi corrispettiva.

Articolo originale tratto dal blog Curcuma & Zenzero e disponibile a questo indirizzo.


Il frutto del tamarindo è un legume o un baccello di colore verde che maturando diventa marrone e ha una scorza dura; i baccelli contengono una densa polpa rossa-marrone che racchiude dei semi duri e lisci di colore marrone scuro.

Quando ero un bambino, i semi di tamarindo erano una materia preziosa per i giochi: divisi a metà diventavano un quadratino scuro da una parte e bianco dall’altra. Quando ci servivano i dadi da gioco, usavamo 6 pezzi di questi semi divisi: si contavano quelli con la parte bianca sopra.

Tamarind rice - images by Sunil Deepak, 2014

Secondo le credenze indiane, le donne incinte desiderano i sapori aspri (forse perché contengono vitamina C, le altre vitamine e minerali?), per cui nei romanzi e nei film se una ragazza vuole mangiare il tamarindo vuol dire che è incinta.

Per questo motivo, spesso è considerato un alimento femminile e un ragazzo o un’uomo che dice di amare il gusto del tamarindo è considerato effeminato o comunque con una mascolinità incerta, e rischia di essere preso in giro da suoi compagni.

Le credenze sul tamarindo prevalgono maggiormente nell’India del nord dove il suo uso in cucina è limitato – viene usato sopratutto per fare alcune salse agrodolci.

Invece nell’India del sud è un alimento molto più comune, aggiunto spesso alle lenticchie, alle zuppe chiare (Rasam) e alle verdure.

Potete trovare il tamarindo nei negozi alimentari asiatici, dove viene venduto in pacchetti quadrati. Dentro i pacchetti trovate la densa polpa insieme ai semi di tamarindo.

I pacchetti di tamarindo aperti possono durare per mesi dentro il frigorifero.

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI

Una tazza di riso basmati

Un pezzo di tamarindo (come spiegato sotto)

1-2 cucchiai di noccioline americane

1 cucchiaio di olio di oliva

1/2 cucchiaio di semi di mostarda

1 cucchiaio di cumino intero

1 cucchiaio di curcuma in polvere

1 peperoncino verde tagliato a pezzettini (solo se lo volete piccante)

Sale secondo i gusti personali.

Tamarind rice - images by Sunil Deepak, 2014

PRE-PREPARAZIONE

Prima cucinate una tazza di riso basmati o riso asiatico in bianco e lasciatelo raffreddare.

Poi tiratelo fuori e spargetelo in un piatto o in un contenitore affinché i chicchi del riso siano separati. Tenetelo da parte.

Prendete un pezzo di tamarindo secondo i vostri gusti (per esempio un quadrato di 2-3 cm, se lo volete con un gusto leggero o un quadrato 6-7 cm se lo volete con un gusto più deciso), sommergetelo in una coppetta di acqua calda e lasciatelo a bagno per circa 30 minuti.

Quando l’acqua si è raffreddata, schiacciate la polpa nell’acqua e tirate fuori i semi.

Se necessario, fate passare il liquido attraverso un passino per togliere le parti dure. Aggiungete al liquido di tamarindo le seguenti spezie: curcuma, sale e peperoncino, mascolatelo e tenetelo da parte.

Se le noccioline americane sono con la buccia marrone, potete sommergerle in acqua tiepida per togliere la buccia facilmente. Poi asciugatele e tenetele da parte.

Alcune persone sono allergiche alle noccioline, in questo caso potete anche preparare il riso al tamarindo anche senza le noccioline.

PREPARAZIONE

Fate scaldare l’olio in una wok o in una pentola anti aderente.

Aggiungete i semi di mostarda e il cumino e mescolate.

Dopo circa 1-2 minuti sentirete i semi di mostarda abbrustolirsi, a questo punto aggiungete le noccioline e cucinateli su fiamma medio-alta finché iniziano a diventare leggermente marroni.

Tamarind rice - images by Sunil Deepak, 2014

A questo punto togliete la pentola dal fuoco e lentamente aggiungete alla miscela il liquido con il tamarindo.

Mescolate bene la miscela e poi riportate la pentola sul fuoco.

Cucinate sul fuoco medio-basso, mescolando ogni tanto, affinché il liquido diventa una salsa po’ densa.

A questo punto, abbassate il fuoco al minimo e aggiungete il riso. Mescolate bene affinché la salsa è ben distribuita e il riso assume un colore marrone chiaro.

Il riso al tamarindo è pronto.

In India, il riso al tamarindo si mangia con lo yogurt bianco, eventualmente leggermente salato.

Per altre ricette visita la nostra sezione: Cucina

Tamarind rice - images by Sunil Deepak, 2014


Foto tratte dall’articolo originale.