Premesso che non potete e non dovete stare a Delhi senza provare la cucina dell’India del Nord (paratha fumanti, butter chicken, chowle bathure e chi più ne ha più ne metta), è anche vero che la capitale oggi offre una gamma talmente vasta di street food, festival culinari, ristoranti economici o più ricercati con un melting pot di cucine provenienti da tutto il mondo che… è impossibile non trovare la propria dimensione!

Vi proponiamo una selezione di diverse cucine in grado di accontentare un po’ tutti i gusti e le tasche.

1 – Cucina punjabi: In the Punjab  (Circa 14 euro/1000 rupie a testa)

Ristorante The Punjab, Delhi

Nel cuore di Greater Kailash I presso l’N block market, In the Punjab è famoso per le specialità punjabi – garanzia di qualità la coda di famiglie del posto che lo frequentano soprattutto nel weekend.

Dal giovedì alla domenica è consigliata la prenotazione. Serve alcolici. Aperto fino alle 24.

 

 2 – Cucina afghana: Afghan Darbar (Circa 4 euro/300 rupie a testa)

ristoranti_2

A Vinoba Puri, a due passi dal celebre Main Market di Lajpat Nagar II, si trovano diversi ristoranti afghani.

I menù offrono più o meno gli stessi piatti ma, per esperienza, consigliamo l’Afghan Darbar per un pranzo o una cena a base di carne di agnello, pollo o montone.

Attenzione però: perdonate i lunghi tempi del servizio, i cibi sono sempre freschissimi e fatti in giornata, infatti se arrivate dopo le 21.00 rischiate che alcune pietanze siano già esaurite.

Non fatevi ingannare dal prezzo modico, il locale è pulito e recentemente ristrutturato.

Non serve alcolici. Non accetta carte di credito. Aperto fino alle 22.

 

3 – Cucina himalayana: Yeti (Circa 10 euro/750 rupie a testa)

ristoranti_3

Greater Kailash II in M block market. Vi accorgerete subito che il mix di spezie è diverso da quello normalmente utilizzato nei ristoranti del Nord dell’India e c’è una grande varietà di pietanze cotte al vapore.

Consigliate le zuppe e i momo (ravioli al vapore) per cui sono celebri i ristoranti nepalesi. Non male anche il maiale.

Se volete provare diversi cibi vi consigliamo di ordinare un thali (piatto misto) in versione vegetariana o non vegetariana.

Serve alcolici. Aperto fino alle 23.

 

4 – Cucina India del Sud: Navedyam (Circa 4 euro/300 rupie a testa)

ristoranti_4

Un assaggio di cucina dell’India del Sud nel cuore della movida di Hauz Khas Village.

Rigorosamente vegetariano, suggeriamo di scegliere tra la vasta selezione di dosa (cialde croccanti ripiene di verdure e formaggio accompagnata da salsine) rigorosamente da mangiare con le mani.

Non serve alcolici. Aperto fino alle 22.

 

5 – Cucina italiana: Tonino (Circa 30 euro/2200 rupie a testa)

ristoranti_5

Come in tutte le capitali, i ristoranti italiani non mancano! Più o meno costosi, qualità più o meno alta e cibi più o meno adattati al gusto indiano.

Un’ottima opzione non troppo costosa è Tonino, sulla celebre MG Road che collega Delhi a Gurgaon. Consigliati antipasti e primi piatti.

Ampia selezione di vini da diversi Paesi ma chiedete allo staff quali bottiglie siano disponibili al momento.

Serve alcolici. Aperto fino alle 00.30.

 

6 – Cucina armena: Lavaash (Circa 16 euro/1200 rupie a testa)

Ristorante Lavash, Delhi

Se siete alla ricerca di un ristorante elegante, un luogo dalle vibrazioni rilassanti magari per una cena a due, troverete diversi locali a Mehrauli a pochi passi dal Qutb Minar.

Lavaash, da poco aperto da Mr Saby che non smette di sfornare ristoranti di successo, è di sicuro un’ottima scelta sia per la qualità del cibo sia per la location. Lasciate lo spazio per il dolce!

Serve alcolici. Aperto fino alle 24.

 

7 – Cucina messicana: Chili’s Grill & Bar (Circa 10 euro/750 rupie a testa)

ristoranti_7

Nel DLF Place Mall, attaccato al celebre Select City Mall di Saket dopo lo shopping dedicatevi una pausa a base di margaritas, tortillas e quesadillas.

Speziatura leggera, carne sempre di qualità e ben cotta.

Serve alcolici. Aperto fino all’1.

 

8 – Cucina americana: The All American Diner (Circa 8 euro/600 rupie a testa)

ristoranti_8

Nell’India Habitat Centre, spazio che ospita conferenze, mostre temporanee e diversi ristorantini.

Tipica ambientazione americana con tanto di juke-box, famoso per i burger e per le colazioni ristoratrici dopo una lunga nottata di feste.

Aperto fino alle 24.

 

9 – Cucina cinese: China fare (Circa 8 euro/600 rupie a testa)

ristoranti_9

Piccolo locale sul lato esterno di Khan Market.

Non manca mai un nutrito gruppo di clienti cinesi, probabilmente in cerca di una pausa dalle onnipresenti spezie indiane.

Aperto fino alle 23.

 

10 – Cucina thailandese – Thai High (Circa 16 euro/1200 rupie a testa)

ristoranti_10

Un’altra delle perle di Mehrauli, il Thai High è un ristorante per occasioni speciali o per coccolarsi un po’ con del buon cibo thailandese. Discreta selezione di alcolici.

Serve alcolici. Aperto fino alle 23.

Leggi anche: La cucina indiana e i suoi sapori


Foto 1 tratta da grouptable.com

Foto 2 tratta da lbb.in

Foto 3, 9 e 10 tratta da HappyTrips.com

Foto 4 tratta da Breathedreamgo.com

Foto 5 e 7 tratta da zomato.com

Foto 6 tratta da food.ndtv.com

Foto 8 tratta da habitatworld.com