Vi state preparando a un viaggio in India?

Ecco, l’India è un Paese per il quale non si è mai preparati abbastanza. Per quanto ci si possa documentare, leggere libri, guardare film, provare cibi speziati prima della partenza, l’impatto con il paese è travolgente e lascia tutt’altro che indifferenti.

Vivo in India da un anno e mezzo, tuttavia non mi sento in grado di stilare la classica “to do list” della partenza.

L’India non è per chiunque, è un paese che tempra i deboli e rafforza maggiormente i più avventurosi.

È un paese che invita alla sua scoperta coloro che amano immergersi in una nuova cultura, in una mentalità completamente diversa da quella occidentale.

Detto ciò, ecco le cinque raccomandazioni che mi sento di dare in vista di un viaggio nel continente indiano.

 

1 – Preparatevi a modificare il vostro concetto d’igiene

Mangiare con le mani

Nei templi si entra a piedi scalzi, così come nelle abitazioni.

La carta igienica non è parte della cultura indiana: non stupitevi se non la troverete in alcun bagno, perciò portatela sempre con voi.

Gli indiani mangiano con le mani: sarebbe buona norma provare a non usare le posate come segno di adattamento, e statene certi, il vostro sforzo sarà molto apprezzato.

Tuttavia se chiederete le posate, gli indiani saranno certamente comprensivi nei vostri confronti.

2 – Siate aperti all’ospitalità indiana

Cena con famiglia indiana

In India vi troverete a cambiare la vostra percezione sull’ospitalità: non verrete invitati per ricevere qualcosa in cambio, ma semplicemente perché l’ospite è considerato sacro.

È infatti molto facile essere invitati a casa di qualcuno per un chai (il tè indiano), un pranzo o una cena. Declinare non è molto cortese.

Per gli indiani un piatto in più in tavola o proporre di accompagnarvi all’altro capo della città non è assolutamente di disturbo.

Non stupitevi quando verrete serviti prima di tutti gli altri, mentre i padroni di casa mangeranno solo dopo di voi.

Se venite invitati in casa di una famiglia indiana, il tipico dono come ringraziamento dell’invito sono i dolci.

 

3 – Portate pazienza!

orologio stazione

Il tempo è percepito in una maniera totalmente diversa rispetto alla nostra.

Noi italiani non siamo certo famosi per essere puntuali come orologi svizzeri, ma i tempi indiani sono ulteriormente amplificati.

Mezz’ora di ritardo a un appuntamento corrisponde ai nostri 10 minuti, e si può tranquillamente arrivare fino a due ore di ritardo.

A volte vi verrà detto di aspettare solo 5 minuti, ma tale indicazione è solo un segno di benevolenza: gli indiani ti dicono ciò che ti piacerebbe sentire, indipendentemente dal fatto che sia realistico oppure no.

Armarsi di santa pazienza è un esercizio che imparerete a sviluppare con il tempo.

 

4 – Siate consapevoli del maschilismo indiano

raccomandazioni4

La società indiana è prevalentemente maschilista e tradizionale rispetto ai nostri canoni occidentali.

Soprattutto se siete donne da sole in viaggio, abbiate un occhio di riguardo nell’abbigliamento. È preferibile coprire braccia e spalle per essere più discreti e rispettare i costumi del luogo.

All’inizio sarete spesso irritati dalle numerose occhiate suscitate dal colore chiaro di pelle e dai tratti “occidentali”, ma dopo un po’ vi abituerete.

In ogni caso, è sempre consigliabile seguire le usanze del posto, osservandovi intorno e dimostrando rispetto.

 

5 – Lasciatevi conquistare dai sorrisi

Sorriso

Con l’ultima raccomandazione, vorrei mettervi in guardia. Non dagli stupri, dagli scippi o dalla poca igiene del cibo di strada, come sarete soliti sentire.

In questo caso, non serve neanche prepararsi in anticipo.

Sappiate solo che rimarrete disarmati dinnanzi ai sorrisi della gente, agli sguardi delle persone al mercato, ai bambini ai lati della strada.

Partite per l’India con le dovute precauzioni, ma non fasciarvi la testa con paure inculcate dall’esterno.

Siate spontanei ogni giorno con chi incontrate, lasciatevi andare ai bizzarri modi di fare e solo così riuscirete a scoprire l’India non come turisti, ma come viaggiatori.

Leggi anche: 6 motivi per andare in India


Foto principale dell’autrice

Foto 1 tratta da fooddaily.com.au

Foto 2 tratta da mcgill.ca

Foto 3 tratta da indiamike.com

Foto 4 tratta da shunya.net

Foto 5 tratta da daverayphoto.com