Quando dico che sono partita da sola per due volte a esplorare l’India, le persone si dividono di solito in due fazioni: qualcuno mi prende per pazza, mentre un’altra fetta di gente, comunque consistente, inizia a farmi domande di ogni tipo perché vorrebbe fare l’esperienza del viaggio zaino in spalla in India.

Ecco che quindi mi sono decisa a scrivere questo post e dare alcuni consigli a chi vuole organizzare un viaggio zaino in spalla in India e non sa da che parte iniziare.

 

1 – Ascolta te stesso

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_1

Quante volte ti sei fatto consigliare da amici o dalle guide tradizionali per la scelta dei posti da esplorare? Sia le guide, sia i consigli di chi ha visitato un Paese possono rivelarsi molto utili come punto di partenza, ma le decisioni finali spettano a te.

Segui il tuo cuore e pensa ad andare nei posti che ti incuriosiscono per scoprire perché ti succede, ascolta la tua pancia e cerca di svolgere attività che piacciono a te, non è detto che chi è stato in India prima di te abbia necessariamente “ragione” o che condividiate gli stessi interessi.

Se un posto non ti piace, cambia, se invece hai un vero e proprio colpo di fulmine per un luogo di cui nessuno ti ha parlato, non farti trascinare dai progetti e restaci. I gusti sono gusti e niente si vive in modo così soggettivo come un viaggio in India.

 

2 – Pensa alle grandi distanze

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_2

Se si desidera viaggiare in India bisogna pensare che siamo alle prese con un subcontinente, con spazi enormi e distanze infinite. Non è possibile vedere tutto o conoscere tutto in una volta.

Se vuoi vedere posti molto lontani tra loro, pensa alla possibilità di usare l’aereo oppure i treni notturni; non fare programmi in cui ogni giorno visiti un posto diverso e ti sposti: rischi di perderti il meglio, di correre troppo per mettere tante bandierine sul tuo mappamondo, senza ricordarti quello che hai visto. Viaggiare con fitti programmi scanditi da molti spostamenti diventa uno stress.

Se non hai mai viaggiato in India, inoltre, ti accorgerai che il livello di comodità dei mezzi non è esattamente quello a cui sei abituato, inizia poco a poco con gli spostamenti e vedrai che la tua esperienza ne guadagnerà!

 

3 – Inizia dolcemente

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_3

Questo consiglio vale soprattutto se è la prima volta che visiti l’India e non sai cosa aspettarti.

L’India non è solamente colore, spiritualità, tradizioni e magnifiche architetture, ma anche caos, rumore, confusione e richiede un certo tempo di adattamento sia ai luoghi che alle situazioni.

Avendo alle spalle un lungo viaggio in aereo e il fuso orario, credo sia fondamentale iniziare il proprio viaggio da un luogo tranquillo e poco a poco spostarsi, così come pianificare i primi giorni e il transfer dal tuo aeroporto.

Arrivare a Pushkar, Rishikesh o in Kerala non è certo come arrivare a Delhi, Mumbai o Jaipur. Tienine conto nella pianificazione del viaggio e riposati i primi giorni per affrontare la continuazione del tuo itinerario con energia.

 

4 – La virtù sta nel mezzo

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_4

Prenotare o non prenotare? Questo è il dilemma!

Come dice il titolo, spesso la virtù sta nel mezzo. Ovunque andrai troverai sempre un posto dove stare, anche se non hai prenotato. Se hai già un’idea chiara del tuo itinerario, però, ti suggerisco di prenotare i treni, soprattutto quelli a lunga percorrenza, i cui biglietti si esauriscono in poco tempo. Ma non preoccuparti troppo in nessun caso, in India esiste sempre un “piano B”.

 

5 – Viaggia leggero

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_5

Il modo migliore di viaggiare in India è farlo con uno zaino leggero, con il minimo indispensabile. Troverai tutto quello che ti serve in giro, non riempirti di oggetti che renderanno faticoso il tuo cammino.

Ti innamorerai dei tessuti e degli abiti che vedrai in India, quindi non esagerare col portare indumenti, due o tre cambi vanno bene, così hai anche una scusa per fare shopping!

 

6 – Carta e penna

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_6

Tante sono le emozioni che vivrai e le scene di vita quotidiana che non mancheranno di stupirti. Anche se pensi di ricordare davvero tutto, annota su un quaderno quanto ti stupisce e quello che ti fa pensare, avrai sempre quei ricordi con te.

L’India stimola tantissimo la creatività, vedrai che almeno una volta al giorno ti verrà l’idea di scrivere un libro o aprire un blog.

 

7 – Fotografa con discrezione

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_7

E’ una tentazione forte, quella di farsi prendere dalla “sindrome del turista giapponese”, ma cerca di dosare i tuoi scatti. Chiedi sempre alle persone il permesso di fotografarle e non pensarci nemmeno se sono in un momento di preghiera o, per esempio, ai Ghat di cremazione a Varanasi.

Sii un fotografo rispettoso e ti guadagnerai il rispetto della gente.

 

8 – Contratta con insistenza

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_8

Qui non devi avere proprio pudore: via alla contrattazione selvaggia.

Prenditi il tuo tempo per fare acquisti e non avere mai fretta. Vedrai che otterrai molto di più!

Negoziare sui prezzi è un vero e proprio stile di vita e per arrivare a un patto con il commerciante devi seguire delle regole: esagerare, far durare la contrattazione e non voler cedere subito, e perché no, accettare l’invito a un ottimo chai!

 

9 – When in Rome, do as the Romans do

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_9

Comportati come un locale: vesti in modo modesto e non provocante, se sei una donna siediti accanto ad altre donne sui mezzi pubblici, contratta, e perché no, mangia usando le tue mani!

Vivrai il tuo viaggio molto più intensamente di quanto pensi e incuriosirai positivamente chi ti troverai accanto.

 

10 – Stipula un’assicurazione di viaggio

Viaggio_zaino_in_spalla_India_curiosita_10

 Questo è un po’ il consiglio “della nonna”… visto che non si sa mai nella vita… arriva preparato agli  imprevisti.

Molte assicurazioni di viaggio sono utili non solo per problemi di salute, ma anche in caso di furto (eventualità a dire il vero piuttosto rara in India) o smarrimento (già più frequente…).

 

 

Buon viaggio o forse è meglio dire… shubh yatra!

 


Immagine principale tratta da http://www.indianbackpacker.com/

Immagini 1-3 tratte da Pixabay – Simon Steniberger, immagine 4 tratta da Pixabay – Unsplash, immagine 5 tratta da Pixabay – JayMantri, immagine 6 tratta da Pixabay – Markus53, immagine 7 tratta da Pixabay – JESHOOTS, immagine 8 tratta da Pixabay – confused_me, immagine 9 tratta da Pixabay – LoggaWiggler, immagine 10 tratta da Pixabay – geralt