Articolo in 2 minuti – La cucina indiana è unica al mondo sia per gusto che per metodi di cottura. 

Le varie civiltà che si sono succedute nel subcontinente hanno influenzato anche il cibo, rendendolo una miscela di diverse tradizioni culinarie.

Probabilmente saprete che il cibo indiano è caratterizzato dalle spezie, certamente usate in maniera abbondante e che, se sapientemente dosate, creano il giusto sapore per ogni preparazione. 

Da nord a sud la cucina indiana varia consistentemente ma tre elementi rimangono in comune: riso, chapati (il pane indiano) e spezie.

Molte spezie usate nella cucina indiana hanno proprietà benefiche per il nostro organismo, come per esempio la curcumina (derivante dalla curcuma, presente nel curry) un potente antiossidante ed antibiotico naturale.

 


 

Per approfondire – Allora, siete pronti per un viaggio gastronomico in India?

 

NORD

Il cibo dell’India settentrionale ha subito le forti influenze dell’Asia centrale (soprattutto dell’impero Moghul).

In Kashmir (lo stato nell’estremo nord a maggioranza musulmana), i piatti sono a base di riso, mentre in altri stati del nord come il Punjab, l’Haryana e l’Uttar Pradesh l’alimento base è il tipico pane piatto senza lievito (chapati).

Il chapati può essere preparato con diverse farine: quella di grano, riso, ceci. ecc.

Nel nord oltre al chapati, è diffuso il pane tandoori (cotto nell’omonimo forno), rumaali e naan ecc.

chapati

Chapati, il famoso pane indiano. Se ben preparato risulta soffice e vuoto all’interno

 

EST

Nell’India orientale le influenze principali sono quelle bengalese e assamese, caratterizzate principalmente dalla combinazione di riso e pesce. 

Un modo particolare di preparare il pesce d’acqua dolce hilsa è avvolgerlo in foglie di zucca per poi cuocerlo.

Un altro ingrediente insolito che viene comunemente usato nella cucina bengalese è il bamboo appena germogliato.

Se siete dei golosi, non perdetevi  i dolci preparati in questa regione spesso a base di latte, fritti e immersi in sciroppo di zucchero, come i rasgullascham-cham, gulab jamun  e molti altri.

Leggi i Gulab Jamun, una dolcezza indiana

pesce hilsa

Pesce d’acqua dolce Hilsa, cucinato alla bengalese

 

OVEST

Nell’ India occidentale, la cucina è famosa per il gusto agro-dolce delle pietanze.

Gli stati del Rajasthan e Gujarat sono quelli che maggiormente rappresentano tale caratteristica, si possono gustare un’immensa varietà di dal e achars (sottaceti/conserve), che sostituiscono la relativa mancanza di ortaggi freschi in queste aree.

conserve e sottaceti

Dal e achars: conserve e sottaceti indiani….ovviamente molto speziati!

 

CENTRO

Nello stato centrale del Maharashtra, la tradizione culinaria è un connubio tra nord e sud.

Vengono molto utilizzati sia il riso che il grano, mentre lungo la costa è disponibile una grande varietà di pesce.

Alcuni dei deliziosi preparati includono piatti come il Bombay Prawn (a base di gamberi), con una speciale miscela di spezie particolarmente piccanti, e il raffinato e costoso Pomfret, simile all’Orata.

Generalmente il Pomfret a Mumbai viene fritto avvolto in una panatura di peperoncino, aglio e zenzero, una specialità da provare!

gamberi bombay

Gamberi cucinati alla Bombay (Bombay Prawn)

 

Mantenendoci sempre sulla costa, ma più a sud, precisamente a Goa, l’influenza portoghese è chiaramente visibile non solo nell’architettura, ma anche nella cucina.

Alcuni dei principali piatti di questa regione sono l’agrodolce Vindaloo (carne di suino cucinata alla portoghese), lo Sorpotel (carne di suino cucinata con liquore al cocco)  e l’immancabile varietà di pesce con l’aggiunta di spezie.

Goa Vindaloo

Goa Vindaloo: peperoncino, zenzero e semi di cumino

 

SUD

Nel sud dell’India tutti gli stati fanno grande uso di spezie, noce di cocco e pesce (non sempre viene usato il pesce in quanto alcune tradizioni culinarie del sud dell’India sono vegetariane).

Il Tamil Nadu si contraddistingue per l’utilizzo del tamarindo (un legume dalla polpa acre) al fine di conferire asprezza ai piatti, mentre nell’Andhra Pradesh i peperoncini sono usati in maniera cospicua, e il sapore dei piatti è quindi per stomachi resistenti!

Leggi qui per saperne di più sui piatti del Sud

Il peperoncino dell'Andhra Pradesh è molto famoso

Il peperoncino dell’Andhra Pradesh

 

In Kerala, è rinomato l’agnello stufato e i gamberi fritti malabar, così come i famosi idli e dosa immancabili nella tradizionale colazione del sud!

Un’altra famosa peculiarità di questa regione è il latte di cocco zuccherato.

E ora vi lascio con un delizioso e scenografico dolce: il puttu (un budino a base di riso cotto in un germoglio di bambù) accompagnato dall’immancabile chai (per scoprire la ricetta clicca qui)

Puttu, un tipico dolce del Kerala

Puttu, tipico dolce del Kerala

 


Immagine principale tratta da: axs.com; immagine 1 tratta da: alimentazionenaturale.com; immagine 2 tratta da: whatanindianrecipe.com; immagine 3 tratta da: thoughtsfromajoy.wordpress.com; immagine 4 tratta da: papadumtakeaway.com; immagine 5 tratta da: food.ndtv.com; immagine 6 tratta da: thehindubusinessline.com; immagine 7 tratta da: twitbing.com