Francesco Santini - membro del team IndiaInOut

Francesco Santini

Creatore 

Il mio inizio in India fu di fuoco.

Arrivato durante un viaggio in solitaria, il secondo giorno finii al raduno religioso Kumbh Mela di Allahabad dove vidi l’India più tradizionale ed estrema, quella dei santoni, delle superstizioni e delle masse umane infinite.

Da allora sono andato e tornato dall’India per i due anni successivi per viaggio e lavoro. Vedo l’India come una realtà piena di sfide ed opportunità: una galassia culturale ed umana unica.

Mi piace scrivere e cercare di capire quello che mi capita intorno. Sono laureato in Studi Internazionali presso l’Università di Torino e ho conseguito un master bi-nazionale in Studi Europei ottenuto presso l’Università di Twente (Olanda) e Münster (Germania) con specializzazione sulle politiche di cooperazione internazionale dell’Unione Europea.

Ho vinto una borsa di studio per un tirocinio per l’ONU di Bruxelles e ho completato uno stage di ricerca sui legami tra liberalizzazioni dei mercati nei paesi in via di sviluppo e il loro impatto sul mercato del lavoro al centro di formazione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ITCILO) di Torino. Ho anche collaborato con il magazine online dei federalisti europei di Bruxelles.

Negli anni ho accumulato esperienze di lavoro disparate in vari paesi; per esempio: il cameriere in Inghilterra, l’apri porta ai matrimoni indiani, addetto alle vendite per un’azienda in Italia, aiutante in una fattoria in India, insegnante a Delhi.

Attualmente vivo a Torino dove lavoro sia per IndiaInOut che per la start-up indiana Flixstock.

francesco@indiainout.com


  

Sara Benegiamo

Responsabile del progetto

Blogger da diversi anni (drinkfromlife.it), ho conosciuto Mamma India da bambina attraverso i libri di favole dal mondo.

L’India si è ripresentata sul mio cammino successivamente, quando mi sono avvicinata al mondo della meditazione e delle discipline olistiche.

Andare in India, svariate volte, mi ha permesso di guardare il mondo da tante prospettive differenti e creare ponti verso l’altro. Ogni viaggio si è rivelato una meditazione in movimento e anche una grande avventura. Vivo in Italia ma progetto di tornare in India ancora e di stabilirmici per più tempo.

Mi mancano le sue fragranze, il chai acquistato nei baracchini, i sorrisi della gente, le strade pullulanti di vita¦

IndiaInOut mi permette di unire i miei due più grandi amori: la scrittura e l’India.

Per informazioni scrivere a drinkfromlife@gmail.com


Elisa De Pascali

Responsabile del progetto

Il mio amore per l’India è cominciato durante l’Erasmus, grazie al vicino di stanza indiano in Germania. Ascoltando ogni giorno storie e racconti di questo paese affascinante, mi sono avvicinata sempre più alla storia e cultura indiana, con la promessa di recarmici il più presto possibile.

Il fatidico momento è arrivato con un tirocinio presso un’associazione per l’empowerment delle donne a Bangalore.

Successivamente ho lavorato per un anno e mezzo a Pune per aziende tedesche.

Dal primo giorno con l’India è stato amore a prima vista. Sono attratta dai suoi colori, profumi ma anche dal frastuono assordante del traffico. Per strada percepisci la vita, la vivacità che mi fa sentire viva.

Tra un’alba e un tramonto, nel mio blog (elisadepascali.com) racconto le mie emozioni dei viaggi nel mondo.

Faccio parte degli autori di IndiaInOut dagli albori del progetto.

Per informazioni scrivere a eli.dp91@gmail.com.